Categoria: Organi Collegiali

Statuto e regolamento

STATUTO

SCUOLA PARROCCHIALE DELL’INFANZIA E NIDO

INTEGRATO “MARIA BAMBINA” SILEA

 

Premessa

La Scuola Parrocchiale dell’Infanzia e Nido Integrato “Maria Bambina” si configura, giuridicamente ed amministrativamente, come attività della Parrocchia che la istituisce e la gestisce, a norma dell’art. 16, lettera b) della legge 222/85.

Ne consegue che:

– La Presidenza e legale rappresentanza della scuola spetta al Parroco Pro tempore.

Amministrativamente e fiscalmente l’attività rientra nell’ambito della Parrocchia e pertanto:

– la partita I.V.A. dovrà essere intestata alla Parrocchia (con specificazione eventuale “per Scuola Parrocchiale dell’Infanzia e Nido Integrato “Maria Bambina” )

– la dichiarazione annuale dei redditi (Mod. 760) della Scuola va fatta in quella della Parrocchia tra i redditi di Impresa minore.

Titolo I Costituzione – Scopi

STATUTO

Art. 1

La Scuola Materna Parrocchiale “Maria Bambina” si costituisce in Silea con Decreto Vescovile il 1° Ottobre 1897, per volontà ed iniziativa del Parroco Don Domenico Grandesso é parte viva ed attiva della Comunità Parrocchiale. Il 30 Novembre 1899 le Suore di Carità delle Sante Bortolomea Capitanio e Vincenza Gerosa popolarmente chiamate “Suore di Maria Bambina” giungevano come collaboratrici parrocchiali e come educatrici nella Scuola Materna.

La costituzione, nell’ambito delle attività pastorali della Parrocchia di S. Michele Arcangelo di Silea, viene approvata, ai sensi del Can. 800 dei Codice di Diritto Canonico, dall’Ordinario diocesano di Treviso.
La Scuola viene riconosciuta paritaria ai sensi della L. 10 marzo 2000, n. 62, con decreto n. 5140 del Ministero della P. I. in data 28/02/2001.

Si costituisce a decorrere dall’anno scol. 2002-2003 ai sensi della Legge Regionale 32/90 il Nido Integrato, ad ampliamento ed integrazione, appunto, dell’offerta formativa complessiva della Parrocchia.

art. 2
La Scuola , non avente finalità di lucro, si pone all’interno del sistema formativo integrato per

(altro…)

Il Comitato di Gestione    
Presidente: Don Luciano Traverso
 
Coordinatrice: Anna Centis
 
Coordinatrice Didattica: Fabiana Rottin
 
Presidente Comitato Genitori: Enrico Forasacco
 
Membri C.P.A.E. (consiglio parrocchiale per gli affari economici):  Paolo Fregolent e Mario Biral
 
Membro eletto: Paolo Tamai e Ylenia Canzian
Assemblea di Sezione dei Genitori

L’assemblea di sezione è formata dall’insegnante della sezione e dai genitori dei bambini di ciascuna sezione i quali a settembre eleggono tre genitori per il consiglio di intersezione. 

E’ convocata dalle insegnanti e dalla coordinatrice per l’esposizione o la valutazione della programmazione annuale, per informare i genitori sull’andamento della classe e sulle varie iniziative della scuola. 

Si tengono due riunioni annuali.

Di ogni riunione viene redatto sintetico verbale.

Assemblea Generale dei Genitori

L’assemblea generale della Scuola è costituita dai genitori delle bambine e dei bambini iscritti, dalle Coordinatrici, dai componenti del Comitato 

di Gestione e dal Presidente del Consiglio d’Intersezione. E’ presieduta dal Presidente della Scuola.

La prima assemblea viene convocata entro il mese di settembre, dal Presidente, per informazioni riguardanti l’organizzazione generale, per l’elezione

dei rappresentanti di sezione e del Nudo e per l’esposizione del Bilancio.

Comitato dei genitori

Scopo del Comitato è di collaborare con le insegnanti, curare i rapporti con i genitori, tenere i contatti con il Comitato di Gestione, creare in tutti i genitori una sensibilità di attaccamento nei confronti della scuola, operando in modo che la Scuola Materna corrisponda nel miglior modo possibile alle esigenze del bambino.

Ogni anno i genitori dei nuovi iscritti avranno diritto di eleggere un loro rappresentante per ogni sezione.

Le elezioni vengono indette entro il primo mese di scuola: gli eletti durano in carica tre anni. In caso di dimissioni subentreranno i non eletti in ordine di preferenze acquisite.

Si riunisce in ore non coincidenti con l’orario di funzionamento della scuola, col compito di formulare al collegio dei docenti attraverso il Consiglio d’Intersezione e agli organi gestionali della scuola proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative innovativi finalizzate all’ampliamento dell’offerta Normativa.

 Il consiglio si riunisce, in via ordinaria, ogni mese. 

 

Il Consiglio elegge al suo interno un Presidente ed un Segretario.

Compiti del Presidente:

–      Fissare data, luogo ed orario dell’incontro; 

–      Fissare l’ordine del giorno della riunione;

–      Stendere la relazione finale da presentare ogni anno ai genitori;

–      Fare da moderatore durante gli incontri;

–     Tenere i contatti con il Comitato di gestione e le famiglie.

 

Compiti del segretario:

–      Stendere i verbali degli incontri;

–      Avvisare ogni membro della riunione;

–      Esporre all’albo della scuola gli avvisi e i verbali:

Di ogni riunione viene redatto sintetico verbale.

Collegio dei docenti di zona

E’ costituito il collegio dei docenti di zona. La Scuola “Maria Bambina” rientra nella zona n° 16.

E’ presieduto dalla coordinatrice esterna Dott.ssa Mara Padovan e dalla coordinatrice interna Silvia Bencivenga .

Il collegio si riunisce almeno tre volte all’anno (indicativamente: settembre – febbraio – giugno) allo scopo di definire e verificare le linee comuni della programmazione educativa e didattica e favorire lo scambio di esperienze tra scuole operanti nel territorio.

Di ogni riunione viene redatto sintetico verbale.

Consiglio di Intersezione

E’ composto da:

  • le docenti in servizio nella scuola dell’infanzia
  • le educatrici del Nido 
  • tre genitori degli alunni per ogni sezione della scuola dell’infanzia
  • tre genitori rappresentanti per il Nido
  • la coordinatrice amministrativa
Il Consiglio di intersezione è presieduto dal Presidente del Consiglio di Intersezione che lo convoca.
Scopo del Consiglio è di collaborare con le insegnanti, curare i rapporti con i genitori, tenere i contatti con il Comitato di Gestione, creare in tutti i genitori una sensibilità di attaccamento nei confronti della scuola, operando in modo che la Scuola  corrisponda nel miglior modo possibile alle esigenze del bambino.

Ogni anno i genitori dei nuovi iscritti avranno diritto di eleggere tre loro rappresentanti per ogni sezione.

Le elezioni vengono indette entro il primo mese di scuola: gli eletti durano in carica tre anni. In caso di dimissioni subentreranno i non eletti in ordine di preferenze acquisite.

Si riunisce in ore non coincidenti con l’orario di funzionamento della scuola, col compito di formulare al collegio dei docenti e agli organi gestionali della scuola proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative innovativi finalizzate all’ampliamento dell’offerta Normativa.

Il consiglio si riunisce, in via ordinaria, ogni mese. 

Il Consiglio elegge al suo interno un Presidente ed un Segretario.

Compiti del presidente:

  • Fissare data, luogo ed orario dell’incontro
  • Fissare l’ordine del giorno della riunione
  • Fare da moderatore durante gli incontri
  • Tenere i contatti con il Comitato di gestione e le famiglie

Compiti del segretario:

  • Stendere i verbali degli incontri
  • Avvisare ogni membro della riunione
  • Esporre all’albo della scuola gli avvisi e i verbali
Di ogni riunione viene redatto sintetico verbale.
Collegio dei docenti di scuola
Il collegio dei docenti di scuola  è composto dal personale insegnante in servizio nella scuola ed è presieduto dalla coordinatrice didattica.

Il collegio dei docenti:

– cura la programmazione dell’azione educativa e dell’attività didattica;

– formula proposte all’ente gestore della scuola, per il tramite della coordinatrice, in ordine alla formazione e alla composizione delle sezioni, agli orari e all’organizzazione della scuola, tenendo conto del regolamento interno;

– valuta periodicamente l’andamento complessivo dell’azione didattica per verificarne l’efficacia in rapporto agli obiettivi programmati;

– esamina i casi di alunni che presentano particolari difficoltà di inserimento, allo scopo di  individuare le strategie più adeguate per una loro utile integrazione;

– sentiti gli altri organi collegiali e l’ente gestore, predispone il P.O.F. che viene reso pubblico all’atto dell’iscrizione.

Ad esso compete la scelta dei sussidi, la valutazione sulle uscite didattiche, sull’acquisto di materiale audiovisivo, ricreativo e culturale. Ha compiti consuntivi e propositivi nell’organizzazione di feste, corsi di formazione ed attività varie.

Ad esso compete la definizione delle modalità d’informazione ai genitori della vita della scuola e del cammino di maturazione di ogni bambino. Ha il diritto/dovere della formazione e dell’aggiornamento professionale.

Il collegio docenti viene integrato dalla presenza delle educatrici e della consulente psico-pedagogica del Nido a scadenze definite nel P.O.F.  negli incontri di continuità.

Il collegio si insedia all’inizio dell’anno scolastico e si riunisce di norma mensilmente e comunque ogni qualvolta se ne presenti la necessità.

Il segretario del collegio per la redazione dei verbali delle riunioni viene scelto dalla coordinatrice tra i docenti presenti all’incontro.